Sciopero del 5/05/15. La riforma della “Buona Scuola”

sciopero

La riforma della “buona scuola”:

A luglio le scuole presenteranno un rapporto di autovalutazione. E il fatto che l’anzianità non scomparirà del tutto nel decreto non significa che abbiamo rinunciato a misurare e premiare il merito». Il ministro ha quindi spiegato che il progetto del governo prevede anche il potenziamento di alcuni insegnamenti, come Lettere e Matematica («Non vogliamo che l’italiano diventi la prima lingua straniera parlata in Italia») ma anche Arte, Musica, le Lingue straniere. E ancora attenzione sarà data alla scuola digitale e al ‘sostegno’.

Cosa ne pensano gli altri:

Il giorno 5/05/15 la scuola si riunisce a Roma per discutere la riforma della Buona Scuola voluta dal governo di Matteo Renzi. Le associazioni degli insegnanti si sono convocati nella Capitale, insieme alle associazioni degli studenti, per “difendere la scuola” dalle riforme del governo.

Oltre a questa ci saranno altre 7 piazze che la “aiuteranno” per il primo sciopero unitario contro il governo del segretario del Partito Democratico. A Roma l’appuntamento è alle ore 9:30 con la partenza del corteo fino a Piazza del Popolo, dove successivamente verranno esposti i problemi riguardanti la circolazione e alla città. Il tutto intorno alle ore 11:00.

Dal punto di vista degli studenti questa è vista come un’opportunità per stare a casa e fare quello che più ci piace. Inoltre non ci è stato comunicato molto, infatti ne gli insegnanti, ne i genitori ci hanno informato. Per quel che abbiamo sentito, sappiamo solo che quel giorno dovremmo arrivare a scuola accompagnati dai propri genitori e in seguito ci verrà comunicato l’apertura della scuola o meno.

 

Cai Sara

Annunci