ONE-PIECE

“ONE PIECE” è un cartone animato giapponese che parla di un ragazzo di nome RUBBER che, in seguito ad aver mangiato il frutto GUM-GUM, ricevendo così il super poter di diventare di gomma.

                             

frutto gum-gum

 

 

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           

RUBBER

In seguito voleva diventare un pirata, quindi cerca delle persone che lo aiutino a trovare il leggendario ONE PIECE, che significa “una parte” , che consiste in un oggetto che assume la forma di quello che vuole lo utilizzatore.

 

 

 

 

 

La ciurma è composta da:

RUBBER-CAPITANO;

ZORO-COMBATTENTE;

USOP-CECCHINO;

NICO ROBIN-ARCHEOLOGA;

CHOPPER-MEDICO;

NAMI-NAVIGATRICE;

SANJI-CUOCO;

BROOK-MUSICISTA;

FRANKY-RIPARATORE.

 

 

 

 

 

Un ostacolo per RUBBER è la marina, che imprigiona suo fratello ACE (pronuncia: EIS).

ACE

 

 

MARINA

Approdano sull’ isola degli UOMINI-PESCE dove incontrano un altro nemico: VANDER DECKEN. Ha il potere centrocentro, che gli permette di centrare qualsiasi bersaglio lui voglia lanciando qualsiasi persona, animale o cosa.

 

 

 

 

 

VANDER DECKEN

Insieme ci trova anche il capitano HODY.

 

 

 

 

 

 

 

 

HODY

Lui mangia 1.000.000.000 di energisteroid, avendo una vita di altri vent’ anni, ma potentissimo.

 

 

 

 

 

HODY POTENTISSIMO

 

 

 

 

 

 

 

 

Alla fine i tre figli nettuno uccidono sia lui che VANDER DECKEN.

 

JACOPO BUSCIONI

Annunci

Sfera Ebbasta

Sfera ebbasta

Primi anni (2011-2013)

Il trapper inizia la propria attività musicale caricando video su YouTube tra il 2011 e il 2012 senza riscuotere alcun successo, in questo periodo conosce il produttore Charlie Charles, in occasione di una festa di Hip Hop. Forma così il collettivo Billion Headz Money Gang, meglio conosciuto con lo XDVR (2014-2016)

A partire da novembre 2014 produce diversi pezzi in collaborazione con Charlie Charles il suo attuale producer musicale che e li pubblica su YouTube con i rispettivi video. Dopo l’uscita del brano Panette inizia ad essere contattato da alcune etichette discografiche cronimo BHMG. Il 15 settembre 2013 pubblica Emergenza Mixtape

XDVR (2014-2016)

A partire da novembre 2014 produce diversi pezzi in collaborazione con Charlie Charles, che pubblica su YouTube con i rispettivi video. Dopo l’uscita del brano Panette inizia ad essere contattato da alcune etichette discografiche

L’11 giugno 2015 fa il suo esordio con il primo album in studio XDVR, composto da alcuni dei singoli pubblicati nei mesi precedenti e altri inediti. Uscito inizialmente per il download gratuito l’album viene ripubblicato in versione reloaded il 23 novembre attraverso la Roccia Music, etichetta discografica indipendente di Marracash e Shablo, e distribuito nei circuiti di vendita nazionali; oltre ai brani già presenti nella tracklist originale include gli inediti XDVRMX (con Marracash e Luchè), Ciny (di cui viene girato anche un videoclip) e Trap Kings. L’album ottiene un buon successo nell’underground e aumenta notevolmente la popolarità della musica trap in Italia, ricevendo anche un ottimo riscontro da parte della critica specializzata,ma è anche oggetto di numerose critiche in quanto vari brani parlano di vita dei quartieri di periferia (ispirati soprattutto alla realtà di strada della sua città, Cinisello Balsamo), comprendendo attività criminali e consumo di droghe quali la codeina e la marijuana.

Il 20 gennaio 2016 viene pubblicato su YouTube il video del brano inedito Blunt & Sprite, mentre nel corso dell’anno Sfera Ebbasta prende parte a una traccia del disco Anarchie del rapper francese SCH, positivamente impressionato dall’ascolto dei pezzi del rapper durante un soggiorno in Italia: realizza il brano Cartine Cartier, prodotto da Charlie Charles e DJ Kore, estratto come singolo promozionale dell’album

    Andrea Gjergji

OLTRE I LIMITI – Bebe Vio

Beatrice Maria Adelaide Marzia Vio è nata a Venezia e ha due fratelli: Maria Sole e Nicolò. É da quando aveva cinque anni che pratica scherma. Purtroppo, però, nel 2008, a 11 anni, fu colpita da una meningite per cui le dovettero amputare le gambe e le braccia.

Dopo tre mesi all’ospedale ritornò a scuola e iniziò a fare riabilitazione motoria e fisioterapia presso il centro protesi INAIL di Budrio (BO) e, circa un anno dopo l’insorgenza della malattia, riprese l’attività sportiva di schermitrice, anche di livello agonistico, grazie a una particolare protesi progettata per sostenere il fioretto.

Da allora è apparsa come testimonial, in molti programmi televisivi, per diffondere la conoscenza della scherma su sedia a rotelle e dello sport paralimpico in generale; in un paio di occasioni ha gareggiato a scopo pubblicitario insieme alla sua figura ispiratrice, la plurimedagliata Valentina Vezzali. Nel 2009 la famiglia di Beatrice Vio fondò art4sport, ONLUS di sostegno all’integrazione sociale tramite la pratica sportiva di quei bambini che hanno subìto amputazioni. Nel 2012 fu tra i tedofori ai Giochi paralimpici di Londra; in occasione di Expo 2015 Vio è stata scelta quale testimonial della Regione Veneto alla rassegna internazionale. Il 18 settembre 2016 ha sfilato come portabandiera dell’Italia in occasione della cerimonia di chiusura della XV Paralimpiade di Rio 2016. Nel settembre 2016 ha posato per la fotografa Anne Geddes per una campagna a favore della vaccinazione contro la meningite. Il 18 ottobre 2016 ha fatto parte della delegazione italiana alla cena di Stato alla Casa Bianca, l’ultima offerta dall’amministrazione Obama. Nel 2017 conduce su Rai 1 il programma “La vita è una figata”.

Lei ha avuto delle buone allenatrici: Federica Berton e Alice Esposito.

  • Giochi paralimpici:

       2016: oro individuale

       2016: bronzo a squadre 

2017: oro individuale

2017: oro a squadre

  • Campionati europei paralimpici di scherma: 

    2014: individuale

2014: a squadre

  • Campionati italiani paralimpici assoluti di scherma: 

          2012: individuale

2013: individuale

 

 KRISTEL DUMI 🙂

Oltre i limiti–Stephen William Hawking

Stephen William Hawking è nato a Oxford il 8 gennaio del 1942 (esattamente 300 anni dopo la morte di Galileo Galilei, come egli stesso amava r

icordare) ed è morto a Cambridge il 14 marzo del 2018. E’ stato un cosmologo, fisico, matematico e astrofisico britannico fra i più importanti e conosciuti fisici teorici dell’ ultimo  secolo, noto soprattutto per i suoi studi sui buchi neri, sulla cosmologia quantistica e sull’ origine dell’ universo.

Tra i suoi contributi più rilevanti figurano la radiazione di Hawking, la teoria cosmologica sull’inizio senza confini dell’universo (denominata stato di Hartle-Hawking) e la termodinamica dei buchi neri; la fruttuosa collaborazione con altri scienziati ha contribuito all’elaborazione di numerose teorie fisiche e astronomiche: il multiverso, la formazione ed evoluzione galattica e l’inflazione cosmica; sempre spiegate con chiarezza e semplicità, hanno raggiunto il grande pubblico attraverso numerosi testi di divulgazione scientifica.

 

Vincolato all’ immobilità dagli anni ottanta a causa di una malattia del motoneurone,  diagnosticatagli già nel 1963,  Hawking era limitato dalla

 

patologia a comunicare e utilizzava un sintetizzatore vocale.

E’ stato titolare della cattedra lucasiana di matematica all’Università di Cambridge per trent’ anni ( dal 1979 al 2009 ).

E’ stato fino alla morte direttore del Dipartimento di Matematica Applicata e Fisica Teorica di Cambridge, membro della Royal Society , Royal Society of Arts e Pontificia Accademia della Scienze.

Nel 2009 ha ricevuto dal presidente statunitense Barack Obama la Medaglia presidenziale della libertà, la più alta onorificenza degli Stati Uniti D’ America.

 

Il quoziente d’intelligenza di Stephen Hawking, secondo i test standard, era 160 o 165, lo stesso a cui hanno attribuito a  Albert Einstein e a Isaac Newton.

Figlio dello scienziato Frank Hawking (1905-1986)  e di Isobel Eileen Walker (1915-2013). I genitori, sebbene le proprie famiglie non fossero economicamente stabili, frequentarono l’ Università di Oxford  dove il padre studiò medicina tropicale e la madre invece Filosofia , Politica ed Economia.

I due si conobbero poco dopo l’inizio della seconda guerra mondiale, in un istituto di ricerca medica dove Frank lavorava come ricercatore e Isobel come segretaria. Dopo aver risieduto per qualche tempo a Highgate, i bombardamenti su Londrafecero maturare in Isobel la decisione di portare alla luce il bambino, per la sicurezza, a Oxford. Nel 1950, quando il padre divenne capo della divisione di parassitologia presso il National Institute for Medical Research, la famiglia Hawking si trasferì a St Albans, nell’Hertfordshire.

 

Andrea Gjergji

 

ADDIO A DAVIDE ASTORI

­­_CHI ERA?
La morte di Davide Astori ha gettato tutto il mondo del calcio nel più totale sconforto . Calciatore simbolo della Fiorentina , non a caso portavo al braccio la fascia da capitano, ma anche uomo chiave del Cagliari per ben sei anni fino al 2014. Andiamo a ripercorrere la sua carriera.

Nato a San GIovanni Bianco in provincia di Bergamo, Davide Astori comincia a giocare a calcio nella squadra Ponte San Pietro, società satellite del Milan. Proprio per questo nel 2001 viene integrato nella Primavera del Milan , dove resta fino al 2006, senza mai debuttare però in prima squadra.

Negli anni successivi viene girato in prestito alla Cremonese e al Pizzighettone e riesce ad esordire in Serie A soltanto nel 2008, con la maglia del Cagliari . Qui diventa ben presto un simbolo e resta in Sardegna per ben sei anni.

Questa è la lettera di addio per Davide Astori scritta da Riccardo Saponara.

“O capitano, mio capitano.
Perché non sei sceso a fare colazione insieme a tutti noi?
Perché non sei passato a riprendere le tue scarpe fuori dalla camera di Marco e non sei venuto a bere la tua solita spremuta d’arancia?
Ora ci diranno che la vita scorre, che lo sguardo va puntato in avanti e dovremo rialzarci, ma che sapore avrà la tua assenza?
Chi arriverà ogni mattina in mensa a riscaldare l’ambiente con il proprio sorriso?
Chi ci chiederà incuriosito ciò che abbiamo fatto la sera precedente per riderci su?
Chi sgriderà i più giovani e chi responsabilizzerà i più esperti?
Chi formerà il cerchio per giocare a “due tocchi” o chi farà ammattire Marco alla play?
Con chi dibatteremo sulle puntate di Masterchef, i ristoranti fiorentini, le serie TV o le partite disputate?
Su chi appoggerò la mia spalla a pranzo dopo un allenamento estenuante?
Torna dai, devi ancora finire di vedere LaLaLand per poterlo analizzare come ogni film appena uscito.
Torna a Firenze, ti attendono in sede per rinnovare il contratto e riconoscerti il bene e la positività che doni quotidianamente a tutti noi.
Esci da quella maledetta stanza, ti aspettiamo domani alla ripresa degli allenamenti.
Nella vita ci sono persone che conosci da sempre con le quali non legherai mai, poi ci sono i Davide che ti entrano immediatamente dentro con un semplice “Benvenuto a Firenze Ricky”.
Ovunque tu sia ora, continua a difendere la nostra porta e dalle retrovie illuminaci il giusto cammino.

O capitano, mio capitano.
Per sempre mio capitano.

simone pinferi e luciano zeng.

George Weah tra leggenda del calcio e impegno per il proprio Paese!

George Tawlon Manneh Oppong Ousman Weah (Monrovia, 1º ottobre 1966), ex calciatore liberiano, che ha in Italia ha giocato nel Milan, il 22 gennaio scorso è diventato Presidente della Liberia!
Nel 1999 fu scelto dall’IFFHS come calciatore africano del secolo. Nel 1995 vinse il Pallone d’Oro (primo calciatore non europeo ) .

Attualmente è l’unico giocatore africano ad essersi aggiudicato Pallone d’oro e Fifa World Player pur non avendo vinto nessun trofeo europeo. Occupa la 43ª posizione nella speciale classifica dei migliori calciatori del secondo secolo.

Ha vestito le maglie di Monaco, Paris Saint-Germain, Milan, Chelsea, Manchester City e Olympique Marsiglia. Si ritirò dall’attività agonistica a 36 anni, nel 2002. Successivamente fece una carriera politica.Si laureò in arte e amministrazione sportiva alla Parkwood University di Londra.

Nel 1999 Weah ricevette un Dottorato Onorario in Scienze Umanistiche dal A.M.E. Zion University College della Liberia.
Nel 1998 realizzò un disco dal titolo Lively Up Africa i cui proventi sono stati devoluti in favore dell’UNICEF.
Nel corso della sua carriera Weah si distinse anche per la simpatia, la sua carica umana e per le iniziative di sostegno alla lotta contro il razzismo .


Dopo l’abbandono dell’attività agonistica, Weah è diventato una figura umanitaria e politica nel suo paese, impegnandosi a fondo nella lotta contro i problemi che attanagliano la Liberia.
Nel 2016 ha annunciato di volersi ricandidare alla presidenza in occasione delle presidenziali del 2017, al primo turno che si è tenuto a ottobre 2017 è arrivato primo con il 38,4% di voti, il ballottaggio contro il vicepresidente Joseph Boakai (vicepresidente della Liberia dal 2005), che si doveva tenere a novembre è stato in seguito sospeso per brogli dalla Corte Suprema liberiana e rimandato.
Nel dicembre dello stesso anno il voto si svolge regolarmente, e Weah viene eletto con il 61,5% dei consensi.
Weah entra in carica come Presidente della Liberia il 22 gennaio 2018.
ANDREA GJERGJI

SIO: tra fumetti e Youtube!

Sio è uno youtuber che fa dei toons che gli adulti ritengono stupidi.

Sio fa dei cartoni per far divertire i bambini e li pensa apposta, però allo stesso tempo fa pensare agli adulti che lui e i suoi cartoni sono stupidi.

Inoltre ha fatto anche dei fumetti chiamati “SCOTTECS MEGAZINE”.

Simone Albrigi, noto con lo pseudonimo Sio, è nato a Verona ed ha frequentato il Liceo Scientifico Galileo Galilei, seguendo la sperimentazione scientifico-tecnologica e si laurea in lingue orientali presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Risiede per due anni a Sapporo (Giappone), insegnando italiano e inglese.

 

Appassionatosi al fumetto dall’età di 8 anni, Sio ha debuttato nel campo autoproducendo alcuni numeri di un fumetto sulle vicende di un rotolo di carta igienica, l’Uomo Scottecs.

Nel 2006 entra a far parte di Shockdom dove gestisce il mixer di webcomic chiamato “Scottecs Comics”  pubblicando sulla piattaforma denominata prima Open Shockdom e successivamente modificata in Webcomics.it. Sempre con Shockdom pubblica i volumi Tutto Scottecs (2008) e Tutto Scottecs 2 (2009), mentre un terzo volume, intitolato però ironicamente Tutto Scottecs 4, uscirà solo tre anni dopo nel 2012.

Nel settembre 2013 viene pubblicata una raccolta volumi, più alcuni inediti, dal titolo Tutto Tutto Scottecs.

 

Dal 2011 è sempre presente al Lucca Comics & Games e nel 2013 vi ha partecipato in videochat dal Giappone, disegnando trenta strisce di fumetti in trenta minuti. Nel 2012 ha pubblicato il primo video sul proprio canale YouTube, mentre nel mese di febbraio 2013 ha contribuito alla realizzazione della prima stagione della serie Fiabe brevi che finiscono malissimo, scritte da Francesco Muzzopappa e disegnate e raccontate dallo stesso Sio. La seconda stagione è stata invece pubblicata nel corso del 2014.

 

Nel 2014 realizza il videoclip ufficiale del brano “Questo è un grande paese” de Lo Stato Sociale, contenuto nell’album “L’Italia peggiore”.

Nel dicembre 2014 Sio realizza un video per il brano “Luigi il pugilista dell’album “L’album biango” di Elio e le Storie Tese.

 

Il 5 febbraio 2015 esce nelle edicole il primo numero della rivista Scottecs Megazine, edita da Shockdom con periodicità trimestrale.

La prima uscita ottiene un discreto successo, rendendo subito necessaria una ristampa e arrivando a vendere oltre 50 000 copie.

Ha fatto inoltre da doppiatore nella miniserie televisiva Over the Garden Wall, prestando la voce ai protagonisti Wirt e Greg.

Nel giugno 2015 ha collaborato nuovamente con Lo Stato Sociale, realizzando il video L’invenzione dei piedi – Dr. Culocane con Lo Stato Sociale, mentre nel settembre 2015 realizza un altro video per Elio e le Storie Tese, questa volta per il singolo Il primo giorno di scuola.

Nell’agosto 2015 viene annunciato da Panini Comics l’inizio della collaborazione di Sio con il periodico Topolino della Disney.

In occasione del Lucca Comics & Games 2015 viene presentato in anteprima l’albo speciale Topolino incontra Sio, in uscita il 12 novembre, che contiene un contributo di Tito Faraci e due storie: la prima, dal titolo Topolino e l’inseguimento a incastro, presente in due versioni, ovvero lo storyboard disegnato da Sio e la versione definitiva disegnata da Corrado Mastantuono; e la seconda dal titolo Zio Paperone e la monetona nel paese dei Talpuri, presente solo in versione storyboard e ripubblicata successivamente su Topolino n. 3141 disegnata da Stefano Intini.Sul topolino sono uscite anche altre cinque storie sceneggiate da lui: Zio Paperone e non mi ricordo più come finiva il titolo e Superpippo e il fraintendibile suono vocalico pubblicate su Topolino n. 3127 con disegni di Silvia Ziche per la prima e di Stefano Intini per la seconda, Paperoga e il pupazzo di neve obliquo, Pippo e la pentacicletta e Topolino e la spada di ghiacciolo (pubblicata sul numero 3179 con i disegni di Silvia Ziche)

Nell’ottobre del 2016, in collaborazione con Tito Faraci, esce Le entusiasmanti avventure di Max Middlestone e del suo cane alto trecento metri.

SIO è il mio Youtuber preferito, e anche se quello che fa può sembrare non molto intelligente, lo trovo molto geniale!

JACOPO BUSCIONI