La festa della Repubblica

Festa-della-Repubblica.jpg

In occasione del 2 Giugno si celebra la nascita della Repubblica Italiana, in ricordo del referendum istituzionale del 1946. La celebrazione principale avviene a Roma, capitale d’Italia, con una serie di eventi che partono dalla mattina per prolungarsi nell’arco di tutto il pomeriggio. Specificatamene quest’anno si festeggerà il 72° anniversario della nascita della Repubblica ed il cerimoniale della manifestazione organizzato a Roma comprenderà come sempre la deposizione di una corona d’alloro in omaggio al Milite Ignoto all’Altare della Patria da parte del Presidente della Repubblica Italiana e una parata militare lungo via dei Fori Imperiali. In particolare la parata militare fu inserita per la prima volta nel protocollo delle celebrazioni ufficiali nel 1950 e ad essa partecipano tutte le forze armate italiane, tutte le forze di polizia della Repubblica, il Corpo nazionale dei vigili del fuoco, la Protezione Civile e la Croce Rossa Italiana.

71a8507bbef6c51c9df5a54a78eaca00.jpg

Per la festa della Repubblica  c’è anche una parata. La cerimonia del 2 Giugno ha inizio intorno alle 9.00 del mattino presso l’Altare della Patria dove il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, deporrà una corona d’alloro alla presenza delle massime cariche dello Stato.

festa-della-repubblica-immagini-4-300x132.jpg

Sara Bargiacchi 🙂

Annunci

Il minuto ’13 per Davide Astori

 

Il minuto ’13 per Davide Astori

Domenica 11 marzo per la squadra di mister Pioli non è stata una partita qualsiasi, ma una partita diversa: la prima partita senza Astori.

I Viola giocano contro il Benevento e al posto del capitano storico, in campo a portare la fascia c’era Milan Badelj.

Per la squadra di casa a sostituire il capitano nelle retrovie della difesa viene messo in campo Victor Hugo.

L’ Artemio Franchi era gremito sugli spalti.

Tra gli Undici di Pioli in campo era presente anche Riccardo Saponara, grande amico e compagno di Davide.

Al minuto ’13 i giocatori di entrambi le squadre si fermano e la curva FIESOLE all’ improvviso tira fuori una bellissima scenografia con scritto: “DAVIDE 13” e nel silenzio un grande applauso pieno di commozione per la scomparsa prematura del Capitano Davide Astori.

Il primo tempo della partita è stato caratterizzato da un sacco di occasioni, tutte sprecate; tranne una: Saponara mette una palla deliziosa in mezzo all’area e Hugo colpisce di testa e immobilizza Puggioni.

Victor va davanti alla panchina Viola, prende una maglietta con un’immagine di Davide; stando sugli attenti…e all’improvviso inizia a piovere.

Altro momento di commozione in campo per le squadre e sugli spalti.

Il secondo tempo per la formazione di casa è stata un po’ sofferta, ma pur meritandosela, riescono nella vittoria.

In questa partita ci sono state tante coincidenze: la Fiorentina segna con il sostituto di Davide, segnano al minuto ’26: il doppio di 13, Victor Hugo ha come numero di maglia il 31, come gli anni di Astori, come l’opposto delle cifre del numero della maglia del Capitano scomparso.

Molti hanno pensato che il goal è stato di DAVIDE ASTORI.

Io quella partita l’ho vista dalla curva Ferrovia, una partita strana, diversa dalle solite a cui ho partecipato prima di allora. Una partita che non mi sarei perso per niente al mondo, tanto da rinunciare a giocare la partita di calcio con la mia squadra.

Da tifoso Viola non potevo mancare a dare il mio saluto al Capitano.

CIAO CAPITANO…….CI MANCHERAI!!!!!

MATTIA CHELINI

La giornata del fiocchetto lilla

lilla-anoressia

19 Mar 18 – Coloriamoci di lilla!

Venerdì 16 marzo, in occasione della giornata del “Fiocchetto lilla” contro i disturbi del comportamento alimentare, si è svolta l’iniziativa “Coloriamoci di lilla” volta a stimolare la consapevolezza, tra gli adolescenti, dell’esistenza di anoressia e bulimia. La dott.ssa Sara Danti e alcune volontarie di Frida Onlus hanno incontrato le classi della scuola secondaria di primo grado e hanno distribuito a tutti gli studenti un fiocchetto lilla e un segnalibro di invito all’ incontro “Eroi e Supereroi” del 23 marzo .

Di seguito la galleria fotografica dell’evento . Si ringrazia Frida Onlus per aver condiviso le foto con il nostro istituto.

Innocenti Filippo

Libera

LIBERA nasce nel 1995 ed è una rete di associazioni e cooperative sociali che lotta contro le mafie, la corruzione i fenomeni e gli episodi di criminalità.

 

Loro si impegnano per ottenere la giustizia sociale, ricerca di verità, tutela dei diritti, per una politica più trasparente e una legalità democratica.

Si trova in tutto il territorio italiano, in 20 coordinamenti regionali, 82 coordinamenti provinciali e 278 presidi locali.  Vi aderiscono più di 80 organizzazioni internazionali in 35 paesi d’Europa, Africa e America Latina.

 

Giornata della memoria  dell’impegno

 

Quest’anno libera celebrerà in Puglia, a Foggia la giornata della memoria e del

l’im

 

pegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Terra, solchi di verità e giustizia e il tema della XXIII edizione

Foggia celebrerà questo giorno insieme ad altre piazze dell’Italia,

 

Europa e dell’America Latina. La manifestazione del prossimo 21 mar

zo e un modo per porre fine definitivamente a questa logica muta per riscattarsi dal fallimen

 

to culturale che non esclude nessuno, ma coinvolge tutti.

Durante questa giornata si susseguiranno momenti di riflessione e approfondimento su questo tema, che si alterneranno alla lettura dei nomi di tutte le vittime.

Questa manifestazione serve a generare consapevolezza e a colmar

 

e un ritardo storico.

Serve non a colpevolizzare un contesto, ma a spiegare quel che ci raccontano le indagini, le inchieste, le morti per strada e nelle campagne, i fatti. Serve a comunicare alle persone che la mafia foggiana è sì violenta e triviale, ma ha profondamente le mani nell’affare e che i soldi di quell’affare, di quegli affari, vengono tolti a tutti. E che, quindi, le mafie sono il freno allo svilup

 

po, tanto economico quanto civile.

La manifestazione del prossimo 21 marzo e un modo per porre fin

 

e definitivamente a questa logica muta per riscattarsi dal fallimento culturale che non esclude nessuno, ma coinvolge tutti.

Adrian Anghel Valentina Vettori

 

 

 

Presto a Milano, scoppierà la PotterMania

Questa estate, i fan di Harry Potter, avranno l’ opportunità di entrare nel mondo del famoso mago con la mostra dedicata ad Harry Potter.

I visitatori avranno la possibilità di ammirare il materiale

ispirato ai set, l’ abilità artigianale dietro i costumi autentici,

gli oggetti di scena e i personaggi fantastici originali del film.

All’ingresso alcuni dei visitatori vengono smistati dal Cappello Parlante in una delle 4 case di Hogwarts e subito dopo comincia il viaggio nel magico mondo del maghetto: dalla Sala Comune al dormitorio di Grifondoro, alle classi di Pozione e Erbologia, e infine la Foresta Proibita che traboccheranno di oggetti di scena autentici, costumi e creature usati durante le riprese della famosa serie. La visita proseguirà attraverso nove stanze, ognuna delle quali dedicata a un determinato luogo:

  • Stanza 1 – Cappello parlante
  • Stanza 2 – Pre-Show
  • Stanza 3 – Sala comune Grinfondoro
  • Stanza 4 – Aule
  • Stanza 5 – Quidditch
  • Stanza 6 – La capanna di Hagrid
  • Stanza 7 – La Foresta Proibita
  • Stanza 8 – Forze Oscure
  • Stanza 9 – Sala grande

In aggiunta ai meravigliosi ambienti e messe in scena, saranno presenti molti elementi interattivi.

I visitatori potrannno entrare

nell’ area di Quidditsh e lanciare una pluffa,sradicare la propria

mandragola nella rappresentazione dell’ aula di erbologia e anche

visitare una ricostruzione della capanna di Hagrid e sedersi sulla sua poltrona gigante.

Inoltre potranno trovare la sfera di cristallo della professoressa Cooman, le pozioni ribollenti del professor Piton, le maschere dei Mangiamorte e le creature magiche della Foresta Proibita.

Sarà un’esperienza indimenticabile non solo per i fan di Harry Potter, ma per tutti coloro che vorranno viverere un’sperienza fantastica al di sopra dell’immaginazione.

Ma come dice Albus Silente ricordiamo sempre “ Nonn serve a niente rifugiarsi nei sogni e dimenticarsi di vivere”

Eili Zadrima

ADDIO A DAVIDE ASTORI

­­_CHI ERA?
La morte di Davide Astori ha gettato tutto il mondo del calcio nel più totale sconforto . Calciatore simbolo della Fiorentina , non a caso portavo al braccio la fascia da capitano, ma anche uomo chiave del Cagliari per ben sei anni fino al 2014. Andiamo a ripercorrere la sua carriera.

Nato a San GIovanni Bianco in provincia di Bergamo, Davide Astori comincia a giocare a calcio nella squadra Ponte San Pietro, società satellite del Milan. Proprio per questo nel 2001 viene integrato nella Primavera del Milan , dove resta fino al 2006, senza mai debuttare però in prima squadra.

Negli anni successivi viene girato in prestito alla Cremonese e al Pizzighettone e riesce ad esordire in Serie A soltanto nel 2008, con la maglia del Cagliari . Qui diventa ben presto un simbolo e resta in Sardegna per ben sei anni.

Questa è la lettera di addio per Davide Astori scritta da Riccardo Saponara.

“O capitano, mio capitano.
Perché non sei sceso a fare colazione insieme a tutti noi?
Perché non sei passato a riprendere le tue scarpe fuori dalla camera di Marco e non sei venuto a bere la tua solita spremuta d’arancia?
Ora ci diranno che la vita scorre, che lo sguardo va puntato in avanti e dovremo rialzarci, ma che sapore avrà la tua assenza?
Chi arriverà ogni mattina in mensa a riscaldare l’ambiente con il proprio sorriso?
Chi ci chiederà incuriosito ciò che abbiamo fatto la sera precedente per riderci su?
Chi sgriderà i più giovani e chi responsabilizzerà i più esperti?
Chi formerà il cerchio per giocare a “due tocchi” o chi farà ammattire Marco alla play?
Con chi dibatteremo sulle puntate di Masterchef, i ristoranti fiorentini, le serie TV o le partite disputate?
Su chi appoggerò la mia spalla a pranzo dopo un allenamento estenuante?
Torna dai, devi ancora finire di vedere LaLaLand per poterlo analizzare come ogni film appena uscito.
Torna a Firenze, ti attendono in sede per rinnovare il contratto e riconoscerti il bene e la positività che doni quotidianamente a tutti noi.
Esci da quella maledetta stanza, ti aspettiamo domani alla ripresa degli allenamenti.
Nella vita ci sono persone che conosci da sempre con le quali non legherai mai, poi ci sono i Davide che ti entrano immediatamente dentro con un semplice “Benvenuto a Firenze Ricky”.
Ovunque tu sia ora, continua a difendere la nostra porta e dalle retrovie illuminaci il giusto cammino.

O capitano, mio capitano.
Per sempre mio capitano.

simone pinferi e luciano zeng.

UNO SCAMBIO…DI EMOZIONI!

I 20 studenti che quest’anno partecipato allo scambio culturale con la Francia hanno vissuto innumerevoli emozioni come ad esempio fermare i passanti di Montpellier e fargli domande sui monumenti della città.

IMG-20180218-WA0002

 

 

 

 

 

 

 

IMG-20180218-WA0003

Hanno visitato tanti monumenti e cattedrali del luogo come la cattedrale di “Saint-Pierre oppure la “Place de la Comédie”.

IMG-20180218-WA0004

IMG-20180218-WA0005

Il mercoledì mattina i ragazzi, insieme ai corrispondenti ragazzi francesi, hanno tradotto delle canzoni, sia italiane sia francesi, e poi si sono cimentati a cantarle, per uno scambio anche a suo di musica!

IMG-20180218-WA0008.jpg

IMG-20180218-WA0010

Giovedì hanno visitato il porto di Sète; dove i ragazzi erano tutti insiemi.

IMG-20180218-WA0015.jpg

IMG-20180218-WA0018

Il giovedì sera i ragazzi hanno fatto una festa di saluto al collège.

Un grazie speciale alle professoresse Letizia Bacci e Francesca Tesi che hanno accompagnato i ragazzi in questa bella esperienza.

E nel mese di Aprile i ragazzi francesi verranno da noi dal 9 al 13. 😉

SPAGNESI NOEMI