Atletica allo stadio Raciti di Quarrata

immagini di atletica

Martedì 31 marzo 2015 molti ragazzi scelti tra gli studenti della scuola “Bonaccorso da Montemagno”, durante le ore di ginnastica, parteciperanno ai Giochi della Gioventù di atletica che si terranno dalle ore 8:30 a 12:30 allo stadio Raciti di Quarrata.
Per gli studenti che parteciperanno non c’è motivo di preoccuparsi per come organizzarsi. Dovete venire a scuola normalmente come tutte le mattine, perché poi verranno i professori di ginnastica nelle classi a chiamare i ragazzi e in quello stesso momento dovrete consegnare l’autorizzazione firmata dai genitori per il consenso di andare allo stadio.

Prima di partire i professori vi porteranno negli spogliatoi a vestirvi in modo ginnico, adatto a questo evento. Così tutti insieme partirete per il campo scuola di atletica. Alla fine di queste gare tornerete tutti insieme a scuola dove uscirete regolarmente alle ore 12:50.

Ricordatevi però di portare la merenda e da bere acqua, fare una colazione abbondante per darvi la giusta carica e per non perdersi d’ animo durante le prove più impegnative.

Le gare principali sono le seguenti:

– Resistenza

– Velocità

– Lancio del vortex

– Salto in lungo

Buona giornata ma soprattutto divertitevi!!!

Martina Sanfilippo

Annunci

Idee per trascorrere la giornata di Pasquetta

indexLa Pasqua è alle porte e con lei anche la Pasquetta quindi non lasciamoci trovare impreparati e cominciamo a pensare qualcosa per passare una Pasquetta spensierata con la compagnia che preferiamo!

Il giorno del lunedi di Pasqua per tradizione, è quello dedicato alle gite fuori porta, alle scampagnate, agli immancabili picnic. Qualche tiepido raggio di sole sarà più che sufficiente per azzardare un trekking, una passeggiata a cavallo, un’escursione naturalistica o per vedere da vicino gli animali.
Ecco qua alcune idee su dove poter passare una serena Pasquetta

Pasquetta al Parco. A Villa La Magia dove possiamo passeggiare per il bosco o fare una visita guidata dentro la villa.

Pasquetta al Mare. Passeggiare sul lungomare di Viareggio è a dir poco rilassante.

Pasquetta all’insegna dell’arte: musei e siti archeologici aperti a tutti. Se non volete allontanarvi tanto da casa provate a visitare la Galleria degli Uffizi aperta per Pasquetta

Eva Noci

La storia della ginnastica artistica

Ginnastica-artistica

La storia di questa disciplina olimpica si perde nella notte dei tempi.
Già nell’antica Grecia erano previste delle prove acrobatiche e addirittura nella civiltà Cretese esisteva una spettacolare acrobazia, raffigurata in antiche anfore, dove l’atleta compiva un volteggio a corpo teso sopra la testa di un toro vivo! Fu inserita nelle prime Olimpiadi del 1896 ad Atene .
Il maggiore rappresentante di questa disciplina, a livello maschile, è stato il nostro quasi concittadino (essendo lui di Prato) Yuri Chechi conosciuto in tutto il mondo come “Il Signore Degli Anelli “
Le specialità femminili sono: il volteggio al cavallo, le parallele asimmetriche, la trave di equilibrio ed il corpo libero (con accompagnamento musicale).
Quelle maschili sono: gli anelli, il volteggio al cavallo, il cavallo con maniglie, la sbarra, le parallele e il suolo. Ognuna di queste prove presenta caratteristiche differenti e richiede qualità particolari che fanno della Ginnastica Artistica uno degli sport più complessi.
Essendo una praticante di questa disciplina, vi vorrei raccontare le sensazioni che provo quando faccio gli attrezzi, ad esempio quando faccio la capriola in aria, mi sembra di volare invece quando cammino sulla trave mi sembra di camminare sul bordo di una montagna. Vi assicuro che sono sensazioni bellissime.
La ginnastica artistica è praticabile dai bambini a partire dai 3-4 anni in poi.

Il luogo più vicino per praticare questo bellissimo sport è a Montale.
Indirizzo: Via King Martin Luther, 4 Montale (PT)
Telefono:0573 557805
Le ragazze che ci insegnano sono straordinarie.

 

Eva Noci

Zayn Malik lascia gli One Direction

one direction

I One Direction sono una boy band di origini anglo-irlandesi formata da Niall Horan, Liam Payne, Harry Styles, Louis Tomlinson e Zayn Malik.
Hanno firmato un contratto con la casa discografica Syco di Simon Cowell dopo essersi formati come band e sono arrivati terzi nella settima serie di The X Factor nel 2010. Diventati famosi a livello mondiale grazie al supporto dei social media, hanno pubblicato quattro album: Up All Night, Take Me Home, Midnight Memories e Four (rispettivamente nel 2011, nel 2012, nel 2013 e nel 2014). Gli album sono entrati nelle top list delle più grandi classifiche musicali, assieme a quattordici singoli, anch’essi nelle hit, tra i quali What Makes You Beautiful, Live While We’re Young, Story of My Life e Best Song Ever.

Spesso visti come parte formante della nuova British invasion negli Stati Uniti, il gruppo ha venduto in totale circa 30 milioni di copie. I loro premi includono quattro BRIT Award e quattro MTV Video Music Awards. Stando a quanto detto da Nick Garfield, presidente e capo esecutivo di Sony Music Entertainment, gli One Direction hanno un business da circa 50 milioni di dollari a partire da giugno 2012. Nel 2012 sono stati proclamati “Top New Artist” dalla rivista Billboard. Nel 2014, secondo una lista stilata dal Sunday Times, i One Direction sarebbero la boyband più ricca della storia della musica britannica, con un patrimonio di circa 14 milioni di sterline a testa, per un totale di 70 milioni. Solo nel 2013, fra tour, dischi venduti e altre attività commerciali legate al loro lavoro, la band ha incassato più di 45 milioni di sterline.

La quasi certa separazione

Il 25 marzo 2015 Zayn Malik ha lasciato ufficialmente il gruppo causa il forte stress che provava e perchè “voleva vivere come un normale 22enne”.
Brutte notizie per le Directioners, le fan del gruppo. Dopo Zayn Malik, a lasciare la boy band più amata del Regno Unito e del mondo intero potrebbe essere anche Louis Tomlinson.
Il ventitreenne cantante, che del gruppo anglo-irlandese è voce e chitarrista, infatti, starebbe pensando di dire addio ai suoi amici e colleghi alla fine del tour mondiale già salutato la settimana scorsa da Malik.
Come riportato dal “Daily Mirror” sul suo sito Internet, Tomlinson starebbe valutando nuove opportunità per la sua carriera sulla scena musicale e, a quanto pare, una volta concluso questo ultimo giro di concerti in giro per il pianeta col complesso di cui è parte dal 2010, potrebbe decidere di dedicarsi al management, lavorando magari fianco a fianco con l’etichetta che ha contribuito a lanciare lui e i suoi compagni, la Sony: “E’ molto stimato. Potrebbe diventare un dirigente in futuro e ha buon occhio per i nuovi talenti”, ha affermato, in una dichiarazione rilasciata al “Sun” di Rupert Murdoch e ripresa dal “Mirror”, una fonte anonima, che poi ha aggiunto: “Ci sono anche rumours sul fatto che possa diventare giudice ad “X Factor””.

Nel frattempo, mentre Louis medita l’abbandono, chi l’ha già messo in atto, Malik, avrebbe già cominciato a lavorare (a pieno regime) al suo primo album da solista: “Ha una visione precisa delle musica che vuole creare e la direzione che vuole far prendere alla sua carriera – ha raccontato un insider all’”Huffington Post” – Ha scritto qualcosa durante il tempo libero del tour. In una sola settimana ha già registrato due tracce. La musica che sta facendo è completamente diversa da qualsiasi altra cosa che abbia fatto con gli One Direction. Scivola molto nell’’R&B ed è sensuale, farà impazzire i fan”.

Insomma, altro che voglia di normalità, giustificazione dietro la quale il ventiduenne si era trincerato per giustificare il suo commiato alla band. A quanto pare, anzi, secondo un altro gossip, la sua uscita dal gruppo, orchestrata dal produttore Simon Cowell, scopritore dei cinque ragazzi più adorati dal pubblico femminile, sarebbe servita a pubblicizzare meglio la sua nuova carriera.
Sarà davvero così? Come finirà questa storia? Questa prima separazione metterà fine al gruppo degli One Direction?

 

Sara Cai

Le scuole di Agliana,Montale e Quarrata s’incontrano al Polo Tecnologico per far conoscenza con due deputati del territorio Pistoiese

renzi

 

 

 

 

 

 

Lunedi’ 23/03/15 le scuole di Agliana, Montale e Quarrata sono andate al Polo Tecnologico di Quarrata ad incontrare due giovani deputati: Caterina ed Edoardo. Ci hanno spiegato della poltica, ma soprattutto dei litigi che avvengono nella Camera del Parlamento.

Queste discussioni avvengono tra senatori e deputati che tornano da lavoro e, puntualmente, vanno a vedere chi e come, nel mondo politico, si rimbocca le maniche.

Caterina ha detto che ad alcuni politici non vanno bene le leggi o delle decisioni che il capo del consiglio Matteo Renzi prende. Pertanto fanno confusione ma alla fine le decisioni finali restano a Renzi.

 

 

           MATTEO GIANFELICE

 

 

 

 

ALEIDA GUEVARA e ANTONIETTA POTENTE al Polo tecnologico di Quarrata

QUARRATA. Venerdì 27 marzo, alle 21, nella sala Zampini del Polo Tecnologico in piazza Agenore Fabbri, a Quarrata, Aleida Guevara e Antonietta Potente, parleranno di All’alba di una nuova civiltà, organizzato dalla Casa della Solidarietà-Rete Radié Resch, dal Comune di Quarrata e dall’Associazione La Sinistra.
Ma chi è Aleida?

 

SANYO DIGITAL CAMERA

Aleida è specializzata in pediatra e allergologia, lavora presso l’Ospedale Pediatrico William Soler di La Havana. È figlia di Ernesto Guevara e Aleida Marche e non ha più il padre ( perduto all’età di 7 anni) da quando fu ucciso il giorno dopo l’8 ottobre 1967 quando venne ferito e catturato da un reparto anti-guerriglia dell’esercito boliviano – assistito da forze speciali statunitensi costituite da agenti speciali della CIA – a La Higuera, nella provincia di Vallegrande (dipartimento di Santa Cruz).
Lei contribuisce alla gestione di una casa per giovani disabili all’Avana, dove svolge attività di volontariato. Da anni partecipa come intellettuale a conferenze, dibattiti e festival in tutto il mondo, raccontando la propria esperienza professionale e di vita.
Ma chi è  Antonietta?

 

antonietta potente

Antonietta Potente, suora domenicana impegnata nella riflessione e nell’azione connessa ad una spiritualità ancorata al presente che unisce mistica e politica. Si interessa di temi legati all’ecologia e al genere ed è una teologa tra le più importanti all’interno del panorama italiano e latinoamericano.
Dal 1994 vive in Bolivia, dapprima a Santa Cruz de la Sierra, poi a Cochabamba. Sperimenta una nuova forma di vita comunitaria abitando insieme a dei campesinos di etnia Aymara.[1] Partecipa attivamente al processo di cambiamento socio-politico e costituente che sta avvenendo in Bolivia con il presidente Evo Morales.

 

Cai Sara

Colpa delle stelle

index“Colpa delle stelle” è un libro di John Green, pubblicato nel 2012, che narra la storia di Hazel Grace Lancaster e Augustus Water (soprannominato “Gus”).

I due si conoscono in un centro per malati di cancro. Augustus è molto attratto da Hazel e non riusciva a smettere di guardala. Lei era affetta dal cancro,mentre lui aveva una gamba amputata per via di un tumore. La passione in comune del libro: “Un imperiale afflizione” li porta ad Amsterdam dove incontrano l’autore Peter Van Houten,ormai alcolizzato. Li Augustus rivela ad Hazel di avere una ricaduta di non essere del tutto guarito dal suo tumore.
Il dolore di Hazel per la mancanza di Augustus,la porterà a ripensare a tutti i bei momenti che ha passato con lui.

Lo scrittore John Green,si è ispirato per il titolo a una frase di Giulio Cesare di Shakespare: “La colpa,Caro Bruto non è nelle stelle, ma in noi stessi, che ne siamo subalterni”.

Stefanie Campana